MARIC E ANTER – RACCONTO DEI DUE EVENTI ULTIMI

Cava dè Tirreni, 18 setembre 2017

LA NAVE MARIC IMBARCA IDEE E LE CAVALCA

Molo Azimut – di ritorno dalla gita in barca – Foto di Rosalia Cozza, scrittrice del Maric


DUE SERATE CONSECUTIVE PER UN’UNICA CAUSA

La prima al molo Azimut ospiti del presidente Giovanni Carrella, padrone di casa eccezionale,

skipper di mattina e conduttore di sera.

Grazie Giovanni, è stato un piacere conoscerti.

Giovanni Carrella – foto di Rosalia Cozza

La mattinata in barca a vela spero abbia ricaricato di solare energia i nostri amici di Accumoli.

 

LA GIORNATA SI CONCLUDE SUL MOLO AZIMUT CON “OLTRE LE PIETRE”,

pagine di speranza per la ricostituenda Accumoli.

E CON L’ARTE NELLA MODA

Il sindaco di Salerno e Il sindaco di Accumoli salutano gli ospiti

Vincenzo Vavuso-Stafano Petrucci-Vincenzo Napoli-Giovanni Carrella

INIZIA LA SERATA

e l’atmosfera di uffucialità per la presenza frettolosa del sindaco di Salerno non mi ha entusiasmato.

Il sindaco di Accumoli Stefano Petrucci, di Salerno Vincenzo Napoli, il presidente Azimut Giovanni Carrella

NON E’ STATO FACILE PER ME INTRODURRE LA MODA

dopo le parole del ricordo e del dolore.

Giovanni Carrella – Io

POI GLI ABITI PRENDONO LA SCENA

prima con la passerella della comunicazione

Le scritte – io comunico così – e gli applausi sono stati graditi. Grazie ancora

Il maestro Vavuso indossa una sua camicia-bellissime-come la maniera in cui le ho fatte indossare

Martina indossa in maniera originale la camicia del maestro Vavuso

Simona indossa l’abito scultura del maestro Mario Formica

Simona con abiti Anter

Regina e Anna Laura splendide modelle per Anter

( Tutte le foto sopra sono di Rosalia Cozza-splendida persona e scrittrice del Maric )

E’ STATA LA PRIMA PASSERELLA ANTER FUORI SEDE

Un banco di prova.

Se avessimo tempo di provare anche la passerella, saremmo vicini alla perfezione.

Ma noi giochiamo con la moda, perchè non siamo la moda, noi siamo soprattutto la vita.


LA DINAMICITA’ DEL MARIC CI HA PORTATO LA SERA DOPO A PERSANO

in un luogo straordinario oggi demanio militare

ALLA REAL CASINA DI CACCIA

( le foto che seguono sono amatoriali )

Il cortile della Casina di Caccia dei Borbone


Il maestro Espedito De Marino

A Persano, una frazione del comune di Serre, un territorio di terre fertili racchiuso tra due fiumi, il Sele e il Calore, che il re Carlo III di Borbone volle per amore della caccia e dove vi fece costruire la Real Casina di Caccia, una costruzione mantenuta in vita ancora oggi grazie alla presenza dei militari poiché il sito è divenuto negli anni demanio militare dell’esercito, il Maric ha organizzato questa serata straordinaria, ricca di spettacolo, cultura, storia, solidarietà. E’ grazie anche all’impegno profuso dalla signora Donata, grande sostenitrice del Maric insieme al simpatico Maurizio, suo figlio, che è stato possibile avere a disposizione questo luogo.

Oggi Persano è sinonimo di Esercito Italiano e nella Casina Reale vi ha sede il Reggimento Logistico Garibaldi comandato dal Colonnello Stefano Capriglione che ci ha riservato un’accoglienza speciale dimostrando grande sensibilità al progetto di solidarietà del Maric che si vuole concretizzare con la costruzione della casa della Cultura ad Accumoli.

Non voglio pensare a cosa sarebbe diventato questo luogo di memorie e di storia senza la presenza dell’esercito che lo abita e lo tutela. Un cumulo di pietre?

Per fortuna scopro che sono in atto iniziative per avvicinare e far conoscere al pubblico quel comprensorio che è area addestrativa ma è anche un’area geografica ricca di arte e di storia, patrimonio di tutti.

Anche stasera abbiamo avuto una scenografia naturale di particolare suggestione, resa ancora più straordinaria dalle note del maestro Espedito De Marino, felice anch’egli di essere in un luogo così suggestivo, dove anche l’acustica era eccellente per il lavoro svolto dal maestro Capozzi. E poi per l’immancabile presenza del professore Franco Bruno Vitolo, impeccabile conduttore della serata.

Ho avuto la sfacciataggine di proporre al comandante una sfilata di moda, sarebbe una location perfetta. Il viale centrale che porta dritto nella cappella voluta dal re e ancora decorata con gli stucchi originali dell’epoca è il tappeto più spettacolare che un abito possa desiderare. Un palcoscenico glamour per mettere in scena la rappresentazione di nuovi modelli. E immagino di creare una collezione tutta mia.

Vietato calpestare i sogni stasera!

Grazie a tutti.

 

Teresa d. – Non c’eravate? Peccato mancare a questi eventi.

Prossimamente tutte le foto della serata di moda sul molo Azimut



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>