GENNAIO DA ANTER

UN PO DI NOI E DEL “DIETRO LE QUINTE”

E’ un mese di pieno inverno e di pieno letargo gennaio. Non abbiamo la fila di persone entusiasmate pronte a sgomitarsi per accaparrarsi l’ultimo capo scontato. Fenomeno che dura solo due giorni, poi l’entusiasmo sparisce insieme agli ultimi spiccioli. E’ il degrado e l’inganno del commercio, vendere i capi scontati quando si è nel pieno della stagione di vendita.

DA ANTER I SALDI NON SONO MAI ESISTITI

IL PREZZO GIUSTO E’ SEMPRE.

Noi di Anter ci siamo dedicati all’inventario. E lo spazio deposito, il dietro le quinte, ci accoglie ogni mattina e diventa luogo principale di vita lavorativa. Si mette in ordine, si fa spazio negli scaffali al nuovo che tra poco li riempirà.

La moda guarda sempre al futuro anche quando propone il passato.

E spesso intorno al grande tavolo-scrivania con intorno carrelli, grucce, scatoli, abiti, tv, cassettiera, e con sopra documenti, giornali, cataloghi, cartelle-campioni, portapenne, fermacarte, calcolatrice, sottomano, l’agenda, il pc, la stampante, il fax,  il telefono e il cellulare insolitamente silenziosi, tanti momenti insieme a parlare di sogni, delusioni, politici voraci e incapaci. E ci raccontiamo il legame con questo luogo che ora diventa salotto. Tra noi un sincero rispetto.

QUANDO TORNA IL LAVORO, SE TORNA, SAPPIAMO CHE E’ ORA DI DARCI UNA MOSSA.

Sappiamo anche che è tutto un enigma, non ci sono certezze, non c’è continuità, non c’è verità. Ma non profetizziamo catastrofi, il tempo passa anche per noi e se non lo viviamo con impegno passa “senza” di noi. Cerchiamo di stare a nostro agio tra il caos.

Oggi, 27 gennaio, è il “Giorno della Memoria”, e ci siamo detti la vergogna la condanna e il dolore per quelle pagine di storia. E una preghiera se può servire ad alleviare la sofferenza di chi è scampato e ne rivive il ricordo.

Tra poco contro il grigiore invernale, dei tempi e di certe drammatiche storie scoppieranno i nuovi colori della natura, della primavera e della moda.

Il diritto all’oblio non è della nostra epoca, quello al futuro lo deve essere sempre.

Teresa d.

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>