L’ANNO CHE VORREI

Cava dè Tirreni, 10 gennaio 2019

L’anno che vorrei è iniziato da un po’,

e io non ho una lista di buoni propositi, semplicemente perchè non aspetto una data per avere buoni propositi.

Lista vuota.


Li ho sempre i buoni propositi, li disattendo spesso, e me li ripropongo ogni volta.

I miei “vorrei” sono desideri incontenibili,

sono voglia di guarigioni, di pace, di giustizia, di lavoro, di futuro, di umanità.

“Lancio speranze al vento e le raccolgo in volo”

Ve li dico in poesia.

 

Vorrei liberarmi

di ferite nude

aperte al mondo

nei quadri luminosi

 

Vorrei liberarmi

dei guerrieri senz’armi

ipocriti dèmoni

costruttori di miserie umane

 

Vorrei liberarmi

di uomini lontano dalla pace

dei giorni feriti

mai più guariti

 

Vorrei liberarmi

di pensieri invadenti

del perché di un errore

di speranze latenti

 

Là, dove l’amore

nulla ha potuto

resta dolore

da guarire

soltanto.


Teresa d. – Le mie pretese sono molte. E le aspettative basse. Resta la solita speranza, infallibile antitodo…

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>