Gli accessori piu’ “regalati”?

Certamente per i signori uomini è “lei”, la regina della loro eleganza:

LA CRAVATTA!

Quella striscia sottile passata intorno al collo sotto la camicia che scende lungo il davanti e dona colore e quel tanto di più che fa così “eleganza” anche con una mise sportiva.

Con i suoi 85 modi di annodarla, legata essenzialmente all’umore o all’occasione, la si sceglie unita, disegnata, stampata, armaturata, regimental, pois, scozzese, fantasia cashemere o geometrica, paesaggi o cartoon, in jacquard, crepe, nido d’ape, piquet, twill, raso, ma sempre di seta o misto seta per una piacevolezza di tatto e una leggerezza nel guardarla.

E’ lei la più omaggiata.
E’ lei “croce e delizia” per la maggior parte dei cari signori uomini.
Quante volte mi sento dire dai clienti che:
amo l’abito scuro nei giorni di festa ma non amo la cravatta e mia moglie che insiste”.
Si, perchè mentre sono molti a non sopportarla, alle signore piace tanto il loro uomo con camicia e cravatta abbinata.

Per le donne invece…

A parte il fatto che siamo davvero complicate e spesso non sappiamo neanche noi cosa vogliamo, di sicuro il FOULARD, che ora è sostituito da splendide sciarpe portate morbide sul davanti come un grande collo ad anello.

E’ un accessorio che usiamo e ci può cambiare l’effetto della solita maglia.

Con frange o applicazioni di passamaneria sono deliziose e calde.

Accessorio invernale per eccellenza insieme ai bellissimi colli di pelliccia
vero i finti che siano, ma sempre caldi e molto fashion.

Ovviamente parlo di accessori che proponiamo noi dell’abbigliamento.
Siete d’accordo?

Teresa d.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

3 Responses to Gli accessori piu’ “regalati”?

  1. edoardo says:

    Uhhmm, io arrivo a dare miei consigli natalizi… in tempo per i saldi o Natale prossimo.
    Anche gli accessori invernali possono essere delle soluzioni per regali da fare ad amici e familiari: guanti, sciarpe e berretti sono forse piu’ semplici da scegliere rispetto alla cravatta, dove il gusto personale conta parecchio.

    Saluti,
    edo

    • test says:

      Bhè, il gusto personale conta molto per ogni cosa. Ma quando si tratta di regali conta il gusto personale di chi lo fa il regalo, unito alla capacità di empatia verso chi riceve il regalo. Insomma, un dono è per il piacere di sorprendere e se non ci si riesce si può sempre suggerire di riciclare il regalo. Quello che non serve o non piace a uno, può piacere e servire a un altro.

      Ciao

      Teresa d.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>