DOPO MANHATTAN E LONDRA C’E’ MILANO E POI PARIGI

La moda è in movimento sulle passerelle delle città più fashion.
Dal 23 febbraio al 1 marzo il palcoscenico è a Milano dove i riflettori saranno accesi sulla Fashion Week dal calendario ricco di sfilate ed eventi per scoprire le tendenze della moda donna per la stagione A/I 2011-2012.

Novità assoluta sarà la tensostruttura trasparente in Piazza Duomo, chiamata la Sala Duomo, allestita a fianco del Museo del Novecento che ospiterà i grandi nomi della moda italiana e avrà circa 1000 posti a sedere e anche i passanti potranno assistere alle sfilate in diretta.
Moda partecipata – vissuta – democratica. Finalmente si scende un pò dal piedistallo?
Fashion Hub, polo principale, sarà il Palazzo Giureconsulti dove la Camera Nazionale della Moda avrà il suo spazio e i suoi uffici.

Altre location storiche sono a disposizione dei brand, come Palazzo Clerici e lo spazio all’interno del Circolo Filologico, tutte a poca distanza e raggiungibili con mezzi messi a disposizione dal Comune o a piedi seguendo un nastro rosso sulla pavimentazione che mi fa ricordare il Freedom Trail di Boston.

Solo l’ultimo giorno sarà dedicato alle griffe emergenti, stilisti già affermati in campo internazionale che saranno protagonisti anche nella Milano così selettiva che tenta di aprire ai giovani talenti. Tra tanti posso citare “BeeQueen” di Chicca Lualdi che ho avuto modo di applaudire per il suo gusto raffinato che tenta di coniugare semplicità e qualità in capi da portare con disinvoltura dalla mattina alla sera. Proibitivi solo per le taglie comode e per il costo elevato. Ma si punta a un target di aquirenti di alte possibilità.

Il programma è ricco manifestazioni dibattiti mostre ed eventi per una settimana ricca di appuntamenti.
E per gli addetti ai lavori, da non perdere…

Teresa d.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>