VIOLENZA – SAPESSI IO VESTIRTI DI COSCIENZA

Cava dè Tirreni, 25 novembre 2020

E’ UNA PAROLA CHE VORREI ELIMINARE,

NON VA BENE PER LA VITA.

NON UNA DATA A CASO,

è stata scelta per commemorare il brutale omicidio delle tre sorelle Mirabal,

Patria Mercedes, Maria Argentina Minerva e Antonia Maria Teresa,

assassinate a Malcedo, in Repubblica Dominicana, in questo giorno del 1960.

Dopo questo tragico evento, e precisamente dal 1999, prende vita la giornata contro la violenza sulle donne, poichè l’ONU, dopo ennesimo convegno sull’argomento istituì questa importante giornata in cui si celebrano attività a sostegno delle donne, sempre più vittime di violenza, ancora oggi. E se il simbolo di questa giornata sono le scarpe rosse è perchè nel 2012, l’artista Elina Chauvet le utilizzò per la prima volta in un’installazione artistica pubblica, davanti al Consolato messicano di El Paso, in Texas, per ricordare le centinaia di donne uccise nel mondo.

SONO LE SCARPE VUOTE.

E IN QUESTO CASO IL ROSSO, E’ IL COLORE DEL SANGUE DELLE DONNE UCCISE.


Ogni volta che la cronaca racconta di episodi sconvolgenti provocati da atti di efferata violenza, pare proprio che le furie dei drammi greci facciano irruzione sul palcoscenico moderno per indagare la natura umana, forse ai limiti dell’umanità. E mi preoccupa la fragilità delle donne in amore, l’incapacità di difenderci, il mancato aiuto di cui abbiamo bisogno in caso di stalking o vessazioni varie subite da uomini che si rivelano malati di possesso. Evidentemente non bastano tutti i numeri verdi o rosa o rossi o arcobaleno, messi a disposizione con l’intento di aiutare a risolvere comportamenti esasperati da patologie varie e manie di supremazia, se ancora oggi accadono efferati femminicidi.

Una poesia

Come può l’amore

 

L’amore, ha i suoi codici

in un luogo senza leggi,

ha i suoi segreti in un posto riservato,

ha lievi bramosie e segrete danze

di leggerezza che conduce sulle nuvole,

ha una gioia che esplode come fuochi d’artificio,

ha le sue luci più lucenti dei diamanti,

è anche fatto d’ombra,

quando si allontana, quando non parla,

e ha un posto delicato chiamato attenzione,

ha tenerezze,

e istanti privilegiati stampati nella vita,

l’amore ha un’atmosfera quasi spirituale

non si può annientare.


E non si può spiegare

come l’amore,

anche se luogo senza leggi

sa diventare orrore,

esacerbare una violenza,

disperdere il profumo del suo sole,

togliere bellezza alla sua luce,

deragliare senza peso

negli ingranaggi malati del delirio,

posare macigni

sull’amore che ha amato.

 

Teresa d.

 

Teresa d. – La violenza è l’abito del male, non indossarlo mai!

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>