14 MAGGIO 2017 DA ANTER – L’ARTE INCONTRA LA MODA

Cava dè Tirreni, 08 maggio 2017

L’ARTE NELLA MODA?

PERCHE’ NO SE LA MODA E’ ESSA STESSA UN’ARTE?

La moda è arte nell’idea di un modello, nel disegno di un tessuto, nel ricamo, nella fantasia, nell’ispirazione.

L’abito prima di diventare abito incontra arte in tante altre occasioni.

Nella ricerca di uno slogan, nelle foto pubblicitarie, nella creazione di un cartellino, nell’allestimento di una vetrina.

ABITI E QUADRI SARANNO AL CENTRO DELLA SCENA.

Quadri tra i vestiti disseminati o semplicemente poggiati,

un’emozionante spettacolo per gli occhi.

Poi gli abiti prenderanno vita addosso a uomini e donne per mostrarsi in tutta la loro

semplicità oppure originalità di un abbinamento insolito.

E’ LO SPETTACOLO CHE LA MODA ALIMENTA CON LE PASSERELLE.

“ARTE E MODA”

SONO UN CONNUBIO NATURALE UNICO.

E poi ancora

CULTURA E SOLIDARIETA’

Letture a tema per sottolineare l’importanza di aprire un libro,

di ascoltare una poesia, di riflettere sulle cose intorno a noi, di partecipare alla vita,

di essere solidali, sempre, verso chi ha più bisogno.

BENVENUTI TRA ARTE E MODA

tra il piacere e la bellezza

tra cultura e solidarietà

Domenica 14 maggio 2017 – ore 18 – da Anter in Via Gramsci 2/10

Vi aspettiamo numerosi.

 

Teresa d. – Mai mancare agli eventi firmati Anter.

P.s. – Sento la necessità di spiegare che quando si parla di cultura non ci si riferisce al sapere tutto della storia e della geografia, di Dante o di Cesare, della scienza astrale o delle teorie di Darwin, del fiume più lungo o della catena montuosa più alta, di filosofi e letterati, di pittori e scultori, assolutamente no. Quando si parla di cultura ci si riferisce alla cultura del senso civico, alla cultura della pace, alla cultura della giustizia e delle pari opportunità per tutti, alla cultura dell’accoglienza e della solidarietà, alla cultura del “noi”, insieme e non divisi, alla cultura e alla bellezza del pensare e del decidere, ognuno con la propria testa senza subire influenze altrui, alla cultura della responsabilità, alla cultura dei diritti e doveri di ognuno, alla cultura del rispetto reciproco e verso ogni cosa della natura, alla cultura di vivere imparando ad affrontare e risolvere, imparando a donare un sorriso anche se pare che tutto intorno è una valle di lacrime, alla cultura del fare. Non cambieremo mai il mondo se prima non cambiamo noi stessi. Non esisterà mai il mondo ideale se non partecipiamo, anche noi, alla sua costruzione.

Non crediate che stare tra persone di cultura sia come stare in un mondo depresso, dove ci si annoia e si sta con le mani in tasca filosofeggiando chissà quali impossibili ideali o aspirando a chissà quali irrealizzabili desideri, o magari ripetendo tutte le nozioni acquisite per mostrare un sapere sterile e fine a se stesso con paroloni incomprensibili ai più, quelli sono i politici non le persone colte. Vi assicuro che c’è una bella differenza. E lo sapeva anche Platone quando affermava “Se i Re fossero Filosofi e se i Filosofi fossero Re”.

Sentivo il bisogno di esprimere questo pensiero. Teresa d.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>