Archive for January, 2011

E DOPO LE FESTE?

Friday, January 7th, 2011

C’è chi si dedica subito a smontare addobbi, qualcuno già smunto,  forse perchè troppo impegnata nei prossimi giorni, e chi perchè non li sopporta e allora mi chiedo perchè ha innalzato l’abete più alto e reso la casa di oro e rosso fiorita. Bastava non metterli! Ma pur di uniformarsi agli usi…

Cerchiamo di fare le cose con passione altrimenti tutto risulta faticoso.

Intanto è un bel lavoro disfare l’albero e incartare i pastori, riporre tutto accuratamente e sistemare gli scatoloni in soffitta. E poi spolverare bene bene fino all’ultimo granello di polvere il salotto che li ha ospitati. Sano movimento dopo tanto cibo. Comunque un po stanchi lo siamo tutti, soprattutto le donne, quelle che si fanno carico di mille iniziative. Che nonostante lavorano tutti i giorni anche nel mese di dicembre, sabato e domeniche comprese, amano organizzare, addobbare, partecipare, cucinare, invitare, ospitare. Non so perchè ma mi viene in mente la signora Luciana del bel negozio “FAIELLA” intimo e biancheria, ma ce ne sono tante altre.

Dopo le feste  per qualcuno c’è la settimana bianca, mi auguro, altri invece sono color caffè  di ritorno dalle Maldive. Per alcuni c’è l’odiata (ma anche no) partenza di parenti e amici. Per molti gli hobby da riprendere, la lettura – il giardinaggio – il fai da te nel garage che amici definiscono “cappella sistina”, tutto sospeso durante le feste per mancanza di tempo. Per tanti la dieta da cominciare. E per tutti, spero, la gioia di aver condiviso momenti di festa, e l’augurio di ritrovarsi prossimamente.

Prossimamente per noi c’è la colorata e romantica collezione P/E 2011

E vi ricordo che: I SALDI? No grazie. Sempre occasioni per voi nei nostri scaffali.

Teresa d.

ANCORA UNA FESTA MOLTO ITALIANA: VIVA VIVA LA BEFANA!

Monday, January 3rd, 2011

Considerata ultima delle festività natalizie, seconda festa dell’anno dopo il 1 gennaio, onorata il 6 di gennaio in gran parte del mondo.

E’  L ‘EPIFANIA, e tutte le feste si porta via.

Origine probabilmente legata a tradizioni agrarie pagane, a personaggi fantasiosi come la germanica Berchta, la signora delle bestie, che secondo Grimm, insieme alla sua cugina Holda appaiono nei giorni tra Natale e i primi di gennaio e danzano come folletti portando benefici augurali.

Altra spiegazione alle sue origini riportano a una festività romana in onore del Dio Giano, il Dio degli Dei. A Giano fu dedicato il primo mese successivo al solstizio d’inverno, gennaio, che con l’introduzione del calendario Gregoriano è anche il primo dell’anno. E durante questa festa ci si scambiava dei doni.

La versione cristiana invece è legata ai Re Magi i quali, si dice, chiesero a una vecchia signora notizie sulla strada per Betlemme invitandola poi a seguirli. La donna si rifiutò di seguirli e pentita ancora oggi gira per il mondo chiedendo e donando.

Figura di antica origine quindi, vecchia perchè saluta l’anno vecchio, cenciosa perchè in certi paesi del nord Europa per salutare il vecchio anno si usava bruciare fantocci vestiti di cenci. Porta doni come gesto augurale e propizio per il nuovo anno, che sia ricco di fecondità e benessere.

Ultimamente ogni anno le dedico una filastrocca:

Sulle orme dei Re Magi

la Befana brutta e saggia

nella notte va a passeggio

e porta doni ancora oggi.

Sempre buona la vecchina

sorprende i grandi e i più piccini

carbonelle ai più monelli e ai più buoni cose belle.

Sempre avanti con l’età e sempre attenta alle novità

sa stupire tutti quanti con le cose sorprendenti.

Accogliamola festosi e…

REGALIAMOCI QUALCOSA!

Buona Befana.

Teresa d.

SALDI: ISTRUZIONI PER L’USO

Saturday, January 1st, 2011

Anzi, attenzione all’uso!

Ci siamo. In Campania cominciano il 2 gennaio.

Saldi anticipati, saldi selvaggi, scelleratezza dei saldi.

SALDI – OCCASIONI – AFFARE – SCONTI – OFFERTA – RIBASSI – OUTLET

- 30% – 50% – 70 % – paroloni e numeri imbrattano le vetrine oscurando l’interno.

Saldi o “chiamali se vuoi promozioniiiii”, alla Battisti s’intende.

Nel pieno della stagione di vendita, quando ancora si ha bisogno di capi caldi per l’inverno, i commercianti svendono la loro merce. PERCHE’?

Perchè questa operazione di marketing nata per esigenza di smaltire merce in esubero dando al cliente la possibilità di comprare qualcosa di nuovo e in più, ma a prezzo scontato, si è trasformata in una corsa al ribasso senza freni??? In una speculazione senza limiti che crea solo disagio e confusione nel consumatore finale che non sa più dare un valore a quello che compra, e CHE ASPETTA I SALDI PER COMPRARE!

E deve sperare di non essere preso in giro dalle tante messe in scena di prezzi rialzati e poi ribassati che oramai non ingannano più.  Il capo bellissimo e ribassatissimo messo in vetrina ad attirare sprovveduti non attira più nessuno.

Forse il motivo dei saldi selvaggi è puramente psicologico.

Si fa leva sulla convinzione che con i saldi la gente compra di più. E se gli studiosi di mercato dicono di sì, che è così, allora EVVIVA I SALDI!

Per i commercianti ovviamente.

A voi consumatori io dico e ho sempre detto: ATTENZIONE! Spesso non è vero ribasso, ma solo un prezzo raddoppiato e poi scontato.

Noi di ANTER non abbiamo mai ritenuto opportuno offrire i saldi poichè abbiamo sempre praticato un ottimo rapporto qualità-prezzo e le poche rimanenze sono i capi classici sempre in produzione per il riassortimento. E per voi sempre occasioni nei nostri scaffali.

Vi aspettiamo numerosi per continuare a dimostrare la serietà che da sempre ci appartiene.

ANTER – VESTIRE E PIACERSI

Teresa d.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...